Blog didattico
Home Su Software didattico Blog didattico Geogebra Sitografia tecnodid

 

Privacy

 

Uso didattico del blog di R. Pranzetti

Si propone la creazione di un weblog o blog dedicato alla propria disciplina.
Che cos’è il blog? Il blog o weblog è un sito web “scritto”, pubblicato ed aggiornato direttamente tramite il browser, cioè con Internet Explorer o Firefox, utilizzando una piattaforma disponibile gratuitamente su portali o motori di ricerca. Anche il recente Premio eTwinning ha proposto ai concorrenti l’uso del blog fra i possibili kit.
Il blog che costruirai dovrà servire come riferimento ai nostri alunni, sia per quanto riguarda i contenuti sia per le strategie di approccio ai contenuti stessi. Si potranno anche commentare le fonti, dando una eventuale priorità in ordine all’acquisizione delle competenze attese. Essendo un blog “a tempo”, durante la simulazione chiederemo a compagni di corso di prestarsi a fungere da possibili “utenti”.
Decidere e motivare la scelta di rendere aperti o no i commenti (molto utili spesso per integrare le proposte o per acquisire una retroazione da parte del corsista) ed anche l’eventuale introduzione di supporti multimediali nelle pagine del blog.
Il blog è come il nodo in cui possono confluire molte altre forme di comunicazione online, e può essere gestito da una sola persona. E’ una forma di pubblicazione immediata, che consente al docente (ma anche all’alunno) di essere subito interlocutore di una comunità più vasta.
Per l’educazione si aprono nuove possibilità espressive, di documentazione, di ricerca, di intervento, di confronto, di verifica. Il blog può esser usato come diario online, come giornale di classe, come e-portfolio individuale che raccolga in maniera spontanea e progressiva quanto può rappresentare l’iter della crescita delle conoscenze individuali e della classe. Richiede tuttavia una programmazione attenta ed un lavoro supplementare che ne garantisca lo sviluppo ed il mantenimento del dialogo.

Cosa fare

STEP 1: Definire gli obiettivi
Specificare gli obiettivi del progetto formativo. Utilizzare per quanto possibile un linguaggio chiaro e conciso.

STEP 2: Definire il contesto
Scegliere il tema del blog in relazione agli obiettivi didattici. Specificare molto chiaramente quale può essere l’apporto di questa tecnologia all’esperienza didattica. Scegliere la piattaforma blog che si desidera utilizzare e verificare la disponibilità delle tecnologie di base necessarie.

STEP 3: Fornire le conoscenze di base
Prevedere un percorso che fornisca agli studenti le conoscenze di base su come usare un lettore di flussi RSS e su come aprire un blog. Questo percorso può essere espresso nella forma di un materiale didattico, di un ciclo di lezioni, etc.

STEP 4: Definire i dettagli delle attività connesse all’uso dei blog
Specificare se si prevede o meno una frequenza minima di utilizzo, quali temi e con quale taglio dovranno essere trattati dai post, come considerare l’attività di commento nell’ambito di un processo di peer review, se si conta di realizzare un blog collettivo o una rete di blog personali, etc.

STEP 5: Definire le modalità di valutazione
Definire le modalità attraverso le quali gli studenti potranno auto-valutare la propria esperienza. Allo stesso modo definire le modalità di valutazione dell’esperienza da parte del docente in relazione al raggiungimento degli obiettivi formativi previsti. Questa attività può, essa stessa, prendere la forma di un blog dove il docente annota giorno per giorno l’esperienza a scopo di tenere traccia di quanto è successo e fare tesoro dell’esperienza.

Procedimento

Per creare il proprio blog, si propone di utilizzare una piattaforma come Blogger, per la rapidità di arrivare al prodotto finito, e per le funzionalità essenziali che offre. Blogger richiede un identificativo, un indirizzo e-mail, ed una password. Dopodiché si è pronti per andare online. Sperimentare la piattaforma può essere utile anche per rendersi conto di altre offerte, più sofisticate, o più flessibili… da usare con la propria classe. Con un’unica registrazione è possibile gestire più blog.

https://www.blogger.com/start?hl=it


Eventuali alternative a Blogger:


- http://blog.libero.it
- http://www.splinder.com
- http://www.edidateca.it/edidablog

- http://www.tiscali.it

(è consigliato di non utilizzare solo una piattaforma per la creazione di blog ma diverse. Suggeriamo di provare  tutti i siti proposti affinchè ci sià un'equa ripartizione e non si verifichino aperture di blog su un'unica piattaforma e non utilizzo dei blog aperti )

Definire il campo di applicazione eventualmente della disciplina o dell’argomento scelto e gli obiettivi in relazione al livello scolastico; scegliere alcune risorse adeguate o documenti che possano sembrare utili per il raggiungimento degli obiettivi didattici e raccoglierli, classificandoli opportunamente, e proporli in una scaletta adeguata alla programmazione.

Una volta creato il blog, inserire una formula di benvenuto e di accoglienza e specificare gli ambiti tematici, gli eventuali limiti temporali di utilizzo, per orientare l’alunno-visitatore.
Inserire alcuni post, simulando l’evoluzione di una attività didattica, e corredandoli di eventuali documenti scritti o iconici adeguati.
Chiedere ai compagni di corso di visitare il nostro blog e – se è il caso - di inserire commenti.

Valutazione

Provate ora a valutare il blog da voi costruito secondo questo schema (si tratta ovviamente di una autovalutazione, con i suoi limiti, che può portare a dei miglioramenti della comunicazione):
  1. aspetto grafico: abbiamo scelto il tema più semplice e più efficace? Non sempre la ricchezza delle illustrazioni o la preziosità dei caratteri depongono a favore dell’immediatezza della lettura;
  2. obiettivo del blog: il visitatore comprende facilmente il tema e gli argomenti utilizzati per svolgerlo?
  3. illustrazioni e multimedia: la scelta di mettere o no illustrazioni è condizionata dalla piattaforma, o è una scelta soggettiva? In base a quale criterio?
  4. semplicità di linguaggio: non sempre si riesce ad essere immediatamente comprensibili o diretti nell’esposizione, un controllo fa sempre bene;
  5. frequenza dei post: ovviamente in questa simulazione ci saranno pochi post, ma è bene impostare la cadenza dei messaggi e la loro frequenza;
  6. commenti: è stato scelto di far comparire i commenti o no? Per quale ragione?
  7. accessori: quali accessori sono stati previsti e utilizzati nel blog: calendario, chat, audio, video, ecc. Motivare le scelte.

Risorse di rete

Diamo alcuni riferimenti in rete per:

1) i blog in generale: alcune visite guidate ed alcune osservazioni mirate possono far capire in anticipo quali aspetti evitare, perché superflui o perché controproducenti e far risparmiare perdite di tempo ulteriori; sono raccomandabili alcune annotazioni anche sui siti proposti dai diversi provider:
- Blogger, documentazione
- manuale di Splinder

2) i blog didattici: la fioritura dei blog didattici in Italia è abbastanza recente, chi ha familiarità con inglese, francese e castigliano può visitare siti canadesi, statunitensi e spagnoli con molto profitto; qui, però, ci limitiamo ad indicare siti italiani:
- BlogER
- Edublog
- blogdidattici… Appassionatamente   http://blogdidattici.splinder.com/
- Il doposcuola
- Edidablog
- Il blog va a scuola

3) esempi di risorse da inserire nei collegamenti del blog: ovviamente sarebbero moltissime le fonti, ma ai fini dell’esercizio si consiglia di non attardarsi in ricerche ulteriori, e di limitarsi ai collegamenti disponibili in questi siti:

- Forumvalle
- Dienneti
- Edulinks
- InterSiti

L’attività proposta consiste nello sviluppare un percorso didattico che possa sfruttare le caratteristiche peculiari del blog come mezzo di comunicazione allo scopo di aumentare la qualità dell’esperienza didattica. Nello specifico sarà necessario dimostrare di aver compreso il carattere relazionale, oltre che quello più semplicemente broadcast, della tecnologia del weblog. L’uso dei commenti, del blogroll e di tutte le caratteristiche avanzate della tecnologia dovranno essere adeguatamente sfruttate nel percorso didattico che si intende progettare

Realizza un blog con la tua classe secondo il procedimento illustrato e poi elabora una griglia di valutazione, tenendo conto dei seguenti aspetti:
aspetto grafico;
obiettivo del blog;
illustrazioni e multimedia;
semplicità di linguaggio;
frequenza dei post;
commenti;
accessori.

oppure 

Invia l'indirizzo del blog a: mediapietramelara@libero.it